Turismo dentale all’estero, reale opportunità?

turismo dentale croaziaNegli ultimi anni sempre di più si sente parlare di “Turismo Dentale”, particolare tipologia di turismo dove le persone decidono di recarsi all’estero non solo per fare una vacanza ma anche, e soprattutto, per operare e sistemare qualche dente dolente, la cui cura nel paese nativo sembra essere proibitiva principalmente per ragioni di costi. Questo fenomeno è nato quando alcune nazioni dell’est Europa (e non solo) hanno iniziato a investire sulla sanità privata per migliorare la loro situazione economica-finanziaria e la visibilità internazionale. Tali investimenti con il tempo sono stati ben ripagati anche grazie a internet e più in generale alla globalizzazione che ha favorito l’avvicinamento di culture e territori molto distanti rispetto alla propria. Non è un caso se sempre più italiani e svizzeri, decidono per esempio di recarsi in Croazia e Slovenia per farsi curare approfittando di promozioni, viaggi organizzati con pullman e di pacchetti comprensivi di vacanza albergo e intervento. Le due motivazioni principali che spingono queste persone a farsi operare all’estero riguardano certamente le tempistiche e i costi dell’intervento. Moltissimi studi dentistici privati croati offrono infatti operazioni e recuperi con tempi inferiori rispetto a quelli previsti dalle cliniche italiane o svizzere. La ragione principale è che in Croazia in Slovenia, oltre ad esserci un diverso sistema di norme igienico-sanitarie, si preferisce offrire trattamenti più semplici e quindi rapidi garantendo comunque professionalità e qualità dell’operazione. La qualità è spesso certificata dal fatto che essendo una nazione facente parte dell’Unione Europea questa è assoggettata ad alcune norme previste da Bruxelles in materia di sanità e non solo. La Croazia, così come altre nazioni dell’est, riesce ad attirare a se sempre più turisti-pazienti riuscendo a garantirgli un servizio e delle cure professionali a costi notevolmente inferiori rispetto a quelli proposti da alcune cliniche italiane. La ragione di questo minor costo è da ricercare inoltre nella pressione fiscale certamente inferiore e al minor costo della vita. In Croazia la tassazione è, infatti, molto bassa così come basso è anche il costo della vita, dunque le spese sostenute per avviare e mantenere uno studio dentistico sono decisamente inferiori rispetto a quelle italiani e questo permette alle cliniche locali di offrire servizi a prezzi molto competitivi.


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>